Eccoci con il secondo appuntamento in tema di documenti e dichiarazione dei redditi.

Tra le molteplici e variegate spese da inserire in dichiarazione, quelle maggiormente diffuse sono le spese mediche.

Dopo aver visto la check list con le principali spese deducibili e detraibili, proseguiamo la preparazione dei documenti per l’imminente dichiarazione dei redditi, con un focus su questa tipologia di spesa.

Quali sono le principali spese mediche detraibili?

Sono detraibili le seguenti spese mediche:

  • interventi chirurgici e trapianti;
  • medicinali non rimborsabili o rimborsabili in parte;
  • visite mediche di medici generici, specialisti e omeopati;
  • assistenza di infermieri e fisioterapisti (paramedici);
  • esami di laboratorio, indagini radioscopiche e cure prescritte da un medico;
  • protesi sanitarie prescritte da un medico;
  • cure dentistiche;
  • affitto o acquisto di attrezzature sanitarie a marchio CE (ad esempio macchine per aerosol, per misurare la pressione, ecc.);
  • cure termali prescritte da uno specialista (ad esclusione di viaggio e pernottamento);
  • cure mediche e medicine per una persona anziana ricoverata in un Istituto (non sono detraibili la retta di ricovero e l’assistenza ordinaria);
  • le spese per i mezzi per la deambulazione e per i sussidi tecnici informatici (poltrone, arti artificiali, costruzione di rampe, trasporto in ambulanza, ecc), e per l’adattamento delle auto alle limitazioni della persona, se sostenute per portatori di handicap e invalidi;
  • le spese per il mantenimento del cane guida per non vedenti (fino a 516,46 euro l’anno);
  • le spese mediche, farmacologiche e gli esami di laboratorio sostenuti per gli animali di casa, per compagnia o pratica sportiva.

Quando devono essere sostenute?

Devono essere sostenute nel corso dell’anno per il quale viene presentata la dichiarazione. Nella prossima scadenza potranno, quindi, essere inserite le spese mediche pagate dal 01 gennaio al 31 dicembre 2016.

Per chi devono essere sostenute?

Possono essere detratte le spese mediche sostenute per sé stessi o per familiari a carico.

Sono detraibili le spese mediche sostenute per familiari non a carico?

Sì, il contribuente può detrarre anche queste, ma solo se vengono rispettati determinati requisiti, ovvero il familiare non a carico deve:

  • Avere un reddito inferiore a 2.804,51 euro;
  • Essere esente dalla spesa sanitaria pubblica, ovvero, deve avere un’esenzione ticket sanitario per reddito, patologia, età ecc.

Nello specifico, sono detraibili le spese sostenute …

… per lo psicologo?

Sì, è possibile detrarre le prestazioni sanitarie rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche, senza prescrizione medica.

 … di pernottamento o assistenza?

Sono detraibili quelle dei ricoverati, ma non quelle per i familiari che fanno compagnia. Sono inoltre detraibili quelle per l’infermiera, se il paziente richiede assistenza.

… per gli integratori alimentari?

Come gli anabolizzanti non sono detraibili in alcun caso.

… per il latte artificiale in polvere?

Seppur dietro prescrizione medica, non è detraibile, perché non configura una spesa medica o farmaceutica.

… per l’iscrizione ad una palestra?

L’iscrizione ad una palestra non può essere qualificata come spesa sanitaria, anche se accompagnata da un certificato medico che prescriva una specifica attività motoria.

… per massaggi shiatsu?

Sono indetraibili le spese per massaggi shiatsu, pranoterapia, cromoterapia, fiori di Bach, Reiki, e le prestazioni rese da naturopati, iridologi e riflessologi.

Quali spese mediche non sono mai detraibili?

Non sono detraibili le spese per parafarmici, integratori alimentari, prodotti fitoterapici, cosmetici, pomate, colliri.

Nell’ambito delle spese veterinarie, sono esclusi gli acquisti per l’alimentazione, antiparassitari e farmaci senza prescrizione medica veterinaria.

Come devono essere documentate?

La documentazione è costituita dalle fatture, ricevute o quietanze da conservare in originale. Su tali documenti fiscali devono essere obbligatoriamente indicati il codice fiscale, il tipo di prestazione o natura, qualità e quantità dei prodotti acquistati.

In particolare, la documentazione da conservare è:

  • Acquisto medicinali: scontrino parlante;
  • Dispositivi medici: scontrino o fattura;
  • Visite mediche effettuate da un medico generico o da uno specialista: ticket, ricevuta fiscale o fattura;
  • Visite mediche figure professionali riconosciute: ticket, ricevuta fiscale/fattura;
  • Dispositivi medici: scontrino o fattura da cui risulti la descrizione del dispositivo;
  • Protesi: fattura, ricevuta o quietanza e prescrizione del medico curante;
  • Ricoveri e degenze: ricevuta o fattura rilasciata dall’ospedale o dalla casa di riposo;
  • Spese per disabili: fatture, ricevute o quietanze e certificazione handicap; nel caso di acquisti di sussidi tecnici o informatici, è necessaria anche la certificazione del medico curante attestante che quel determinato sussidio è volto a semplificare l’autosufficienza e l’integrazione sociale del disabile;
  • Spese veterinarie: scontrino parlante o ricevuta fiscale (fattura) del medico veterinario che ha effettuato la prestazione;
  • Spese mediche sostenute all’estero: ricevuta, fattura, quietanza, scontrino. Nel caso in cui la documentazione fiscale sia in lingua originale, deve essere allegata la relativa traduzione in italiano, libera se dall’inglese, francese, tedesco o spagnolo, giurata se in altre lingue.

Gli scontrini vanno conservati per 5 anni. È bene conservarli al riparo dalla luce, affinché non si scolorino (una misura di sicurezza, in tal senso, può essere quella di conservarne anche una fotocopia).

Come funziona la detrazione?

Le spese mediche godono di una detrazione pari al 19% dall’IRPEF, al lordo di una franchigia di 129,11 euro. Se il familiare risulta a carico di più contribuenti, le spese vanno inserite in proporzione diversa a seconda della percentuale di carico. Le spese veterinarie non possono eccedere i 387,34 euro di tetto massimo.

Tutto pronto?? A domani con un altro aggiornamento in tema documenti e dichiarazione!